Quali sono gli scenari per questa tecnologia

Si parla sempre più spesso di tecnologia 5G, ultimamente anche in riferimento a problemi di sicurezza riferiti dall’amministrazione USA rispetto a Huawei, uno dei colossi nella produzione dei conosciutissimi smartphone ma anche di apparati di connessione posti sugli snodi della rete e che possono mettere a rischio la sicurezza di una nazione.

Quando si discute di un argomento specifico è normale che la maggior parte della gente non abbia necessità di approfondire e sicuramente termini tecnici sono solo alla portata degli addetti ai lavori.

Il 5G tuttavia, sarà un argomento che verrà sempre più discusso da tutti ,poiché sarà in grado di trasformare radicalmente tutti i settori industriali oltre che coinvolgere la vita delle persone.

Che cosa è il 5G?

A prima vista sembra solo un altro modo per definire la connessione mobile, dato che ormai conosciamo termini come 3G e 4G. Sotto queste sigle si collocano tecnologie di trasmissione dati, via via sempre più veloci. Il termine G sta a significare la generazione, quindi 5G equivale a telefonia cellulare di quinta generazione.

Vediamo dunque lo scenario che si prospetta per il futuro e come il 5G può risolvere determinati problemi e incrementare le possibilità offerte dalla tecnologia.

Nel mondo la popolazione mondiale sarà di quasi 8 miliardi nel 2022, ma già ora i collegamenti via reti cellulari sono molti di più e ne sono stimati circa 9 miliardi a quella data.

La vera esplosione delle connessioni cellulari sarà relativa agli apparati IoT, (Internet of things), ovvero tutti quei dispositivi connessi e in grado di fornirci informazioni su tutto e di comunicare anche tra loro o con altre macchine. Questo è un altro dei motivi per cui l’amministrazione Trump non vuole che tecnologia Huawei sia installata sul territorio USA.

Da ora al 2022 ci saranno 22 miliardi di nuovi oggetti collegati a Internet a cui si aggiungeranno 621 milioni di nuovi utenti e il traffico aumenterà in media del 46% all’anno.

I dispositivi IoT è vero che esistono già, ma la reale differenza si potrà ottenere con le caratteristiche del 5G. Infatti, esso è 20 volte più veloce del 4G e ha una latenza di un solo millisecondo. Per “latenza” si intende l’intervallo di tempo tra il momento in cui arriva un input alla rete e quello in cui è disponibile il suo output. Di fatto renderà tutto possibile in tempo reale, e questo sarà di notevole vantaggio poiché in un futuro ormai prossimo, ogni cosa sarà connessa.

Naturalmente per funzionare le antenne deputate a trasmettere in questa tecnologia dovranno essere a sua volta collegate a reti ultraveloci in fibra. L’attuale piano di copertura nazionale in fibra ottica, oltre a collegare case e aziende verrà incontro anche a questo scopo.

Quali sono i vantaggi e i possibili impieghi per le aziende?

Gli ambiti di applicazione sono infiniti, possiamo immaginare settori come: realtà aumentata, realtà virtuale, comunicazione unificata, IoT, sensoristica, manutenzione preventiva, e daranno un vantaggio competitivo a chi adotterà per primo questa tecnologia.

Smart city e smart agricolture sono altri segmenti coinvolti con tutta una serie di sensoristica che in tempo reale daranno la possibilità di pianificazione e intervento in ambito urbano e agricolo, per migliorare la circolazione dei mezzi e delle persone nel primo caso, per ottimizzare la crescita e il raccolto unito a un uso più limitato di prodotti chimici nel secondo.

E per le persone?

Gli smartphone saranno più veloci, con più disponibilità di banda e in grado di funzionare anche in situazioni critiche e potremo fare sempre più a meno del Wi-Fi. Si disporrà di molte nuove applicazioni per la mobilità, il gioco e l’intrattenimento.

Le auto connesse, altra rivoluzione con cui avremo a che fare entro pochi anni, avranno la possibilità di interagire con sensori posti lungo il percorso che le renderà più sicure e performanti. Inoltre, saranno in grado di comunicare tra loro, ad esempio in caso di incidenti o situazioni critiche.

Anche il campo della medicina ne trarrà vantaggio. I robot chirurghi che sono già una realtà, godranno della possibilità da parte del medico di comandarlo a distanza e vederlo muoversi in tempo reale rispetto agli input dati, mentre ora esso reagisce con un certo ritardo.

Sempre in ambito medico, si potrà intervenire su un paziente quando ancora si trova in ambulanza ed inviare senza ritardi tutta una serie di dati in modo da preparare il pronto soccorso all’arrivo del paziente.

Gli ambiti di applicazione sono infiniti e molti se ne scopriranno in futuro.

Non rimane quindi che aspettare ,e nel frattempo connettere la propria azienda con chi è in grado di sfruttare tutte le tecnologie che sono a disposizione ora, come Welcome Italia di cui ERITEL è partner storico e che è un operatore dedicato esclusivamente al settore business.
Per saperne di più visita la pagina apposita cliccando sul bottone qui sotto.

SCOPRI WELCOME ITALIA

 Prenota subito una consulenza gratuita

Inserisci i tuoi dati per essere contattato senza impegno da un nostro consulente.

+39 071 2215111
Lionello Flamini - ERITEL

Lionello Flamini

Marketing Communications